Il mercato globale delle armi: sale l’Export Italiano nel 2021

Il valore del mercato mondiale delle armi è di 531 bilioni di dollari nel 2020, con un incremento vertiginoso negli ultimi 20 anni, oltre il 164% tra il 2002 e il 2020.

Questi i dati di uno studio dell’Osservatorio Economico AFORISMA su dati SIPRI, l’Istituto Internazionale di Ricerche sulla Pace di Stoccolma, un istituto internazionale indipendente, fondato nel 1966 per commemorare i 150 anni di pace ininterrotta in Svezia.

Sul fronte delle esportazioni è l’occidente a farla da padrone: la top 10 elaborata dall’istituto indipendente vede USA , Russia e Francia sul podio. L’Italia nel 2021 è balzata dal settimo al quarto posto, con i suoi 1.707 milioni di dollari contro gli 847 del 2020, fatturati principalmente in Egitto, Quatar, Turchia, Tukmenistan e Kuwait.

L’Italia da settima a quarta tra i Paesi esportatori sul mercato delle armi

Le aziende italiane leader nel settore sono state Leonardo, al 13° posto (media degli ultimi anni) delle cento aziende produttrici di armi e servizi militari nel mondo e Fincantieri al 47°. Entrambe le aziende hanno un grande legame industriale in Puglia, con sedi operative e contratti di forniture. Ciò dovrebbe determinerà una crescita nel settore soprattutto nel settore aereo.

Sul piano della spesa militare, l’indagine di AFORISMA rielabora i dati per fornire una fotografia dei pesi in campo nei recenti fatti di cronaca in Ucraina.

Gli USA sono il primo paese al mondo per spesa militare con i suoi 778.232 milioni di USD, seguito dalla Cina con 252.304 milioni di USD mentre l’Europa è terza con i suoi 213.889, anche se considerando anche la Gran Bretagna salirebbe al secondo posto con 273.127. Molto più in basso la Russia di Putin, con appena 61.713 milioni di USD.

E l’Ucraina? In fondo alla classifica con appena 5.924 milioni di USD.

I trend parlano di una ripresa della spesa complessiva in termini di valori assoluti anche se in continuità in proporzione alla spesa pubblica dei paesi con la CINA che stanzia il 4,7%, gli USA il 7,9% e la Russia l’11,4%.

In Europa la Gran Bretagna è quella che spende di più: 59.238 M-USD, seguita da Francia e Germania con poco più di 52.750 M-USD. L’Italia è quarta a grande distanza con 28.921 M-USD.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.