Bilancia Commerciale Pugliese settembre 2021

Guardando complessivamente al primo semestre dell’anno in corso, rispetto al corrispondente periodo dello scorso, si registra un aumento dell’export del +24,2 per cento. L’export semestrale, pari a circa 250 miliardi di euro, supera non solo i 201 miliardi del primo semestre del 2020, ma anche i 240 miliardi registrati nel 2019.

Nel primo semestre aumenta anche l’import del +24,1 per cento. Il saldo della bilancia commerciale del primo semestre registra un attivo di 29 miliardi di euro rispetto al surplus di 23 miliardi del corrispondente periodo del 2020.

La Puglia, con un export di poco più di 4 miliardi di euro, rappresenta meno del 2 per cento, più precisamente l’1,6 per cento del totale dell’export nazionale.
Nel primo semestre, il valore delle esportazioni è stato di 4.076.185.331 euro, mentre quello delle importazioni di 4.655.201.313 euro. Il saldo fra questi due valori risulta negativo per 579.015.982 euro e, dunque, la bilancia commerciale è in rosso, con conseguente uscita netta di capitale monetario.
Riguardo all’export, la provincia pugliese che ha esportato di più è quella di Bari (2.018.398.154 euro), seguita da Taranto (531.157.082 euro); Brindisi (488.364.409 euro); Foggia (400.965.971 euro); Lecce (338.790.270 euro) e Barletta-Andria-Trani (298.509.445 euro).
Riguardo all’import, la provincia pugliese che ha importato di più è quella di Bari (2.028.844.106 euro), seguita da Taranto (1.243.330.738 euro); Brindisi (447.237.249 euro); Foggia (356.569.659 euro); Barletta-Andria-Trani (343.324.898 euro) e Lecce (235.894.663 euro).
La bilancia commerciale risulta positiva nelle province di Lecce (+102.895.607 euro); Foggia (+44.396.312 euro); Brindisi (+41.127.160 euro), mentre è negativa in quelle di Bari (-10.445.952 euro); Barletta-Andria-Trani (-44.815.453 euro) e Taranto (-712.173.656 euro).
Principali prodotti esportati dalla regione Puglia all’estero: parti e accessori per autoveicoli e loro motori; medicinali e preparati farmaceutici; macchine di impiego generale; prodotti chimici di base, fertilizzanti e composti azotati, materie plastiche e gomma sintetica in forme primarie; mobili; prodotti di colture agricole non permanenti.
Principali prodotti importati in Puglia: minerali metalliferi ferrosi; macchine di impiego generale; prodotti farmaceutici di base; oli e grassi vegetali e animali; motori, generatori e trasformatori elettrici; apparecchiature per la distribuzione e il controllo dell’elettricità; prodotti di colture agricole non permanenti.
Ranking dei principali Paesi di destinazione delle esportazioni: Germania, Francia, Stati Uniti, Spagna, Svizzera, Turchia, Paesi Bassi, Regno Unito, Belgio ed Albania.
Ranking dei principali Paesi di provenienza delle importazioni: Germania, Cina, Svizzera, Spagna, Brasile, Francia, Stati Uniti, Paesi Bassi, Russia e Canada.

Analisi export-import

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *