Il ruolo del career counselor

Il career counselor è la persona di riferimento per i lavoratori e le lavoratrici che vogliono far crescere la loro carriera.

Molto più spesso di quanto si immagina, i lavoratori e le lavoratrici si sentono disorientati in un mercato del lavoro sempre più fluido e dinamico, in cui le transizioni occupazionali e il mutamento dei mestieri sono all’ordine del giorno.
Questo perché si pensa comunemente che il periodo di orientamento e formazione sia solamente quello scolastico o universitario: nulla di più lontano dalla verità. L’attenzione per la propria carriera e l’affinamento delle proprie competenze sono temi che riguardano il lavoratore per tutto l’arco del suo percorso professionale. Quello che cambia è la figura professionale a cui il lavoratore si rivolge per avere assistenza nella gestione della propria carriera.

Cosa fa un career counselor

Nasce così la figura professionale del career counselor, un consulente di carriera che conosca a fondo il mercato del lavoro e sia in grado di dare consigli strategici e lungimiranti.
Il ruolo del career counselor è quello di fornire un supporto professionale alle persone che vogliono ottimizzare la strategia per far crescere la loro carriera. Si tratta, di una figura che può essere contattata nelle più differenti occasioni. Un top manager che perde il lavoro, ad esempio, o un professionista che desidera velocizzare il proprio cammino verso i vertici dell’azienda. Ma anche un libero professionista che, nel mezzo di un periodo di crisi, vuole ridisegnare la propria carriera ripartendo dalle proprie passioni e dalle proprie competenze distintive. Un career coach aiuta inoltre a valorizzare non soltanto le cosiddette hard skills- ovvero le competenze tecniche certificate dai titoli di studio accademici o professionali – ma anche soprattutto le capacità personali di ciascuno che possano essere messe al servizio di un determinato contesto lavorativo.

Gli step della consulenza di carriera

L’attenzione per le skills del lavoratore, unitamente ai suoi desideri ed esigenze, costituiscono il brainstorming iniziale da cui prende avvio l’opera del consulente di carriera.

Il ruolo operativo del career coach consiste in un colloquio individuale in cui acquisisce tutte le informazioni preliminari. Da qui, aiuta il lavoratore ad individuare i propri obiettivi di carriera. Fornisce, una prima consulenza per il loro raggiungimento, portando il cliente a essere protagonista della sua vita professionale, ponendogli scelte ordinate e strategiche.
Un momento fondamentale è quello della compilazione o aggiornamento del proprio cv in modo sintetico ed efficace, ma soprattutto in linea con le esigenze del mercato del lavoro e con le proprie aspettative professionali.
E’ sempre più importante saper fare employer branding, ovvero mettere a sistema le proprie esperienze di studio e lavorative per creare un profilo coerente, vincente e competitivo. Il career coach “allena” le persone anche ad affrontare il colloqui con consapevolezza e lucidità, senza ansia né stress. Il monitoraggio del lavoratore o della lavoratrice può continuare anche dopo l’inserimento: non sono casi isolati quelli che vedono una collaborazione duratura con il proprio consulente di carriera, basata sulla fiducia e la conoscenza reciproca.

Vuoi essere sicuro di raggiungere i tuoi obiettivi professionali in breve tempo? Vuoi prendere in mano la tua carriera e ottimizzare i tuoi sforzi per crescere professionalmente?
Scopri il servizio gratuito di career counselling di AFORISMA! Compila il form e ti contatterà uno dei nostri orientatori specializzati per aiutarti a trovare il percorso lavorativo più adeguato per te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.